Paolo Petricig
SCRITTURE

a cura di Alvaro Petricig
con una Piccola antologia di letteratura dialettale slovena contemporanea
a cura di Živa Gruden (prosa)
e Michele Obit (poesia)

cm 14x21
376 pagine
tiratura 300 copie
2018

In questo studio, uscito a puntate tra il 1999 e il 2000 sul «Novi Matajur» (il settimanale degli sloveni della Provincia di Udine), Paolo Petricig affronta l’evoluzione dell’espressione scritta e dei vari alfabeti, a partire dalla loro origine rappresentata dai pittogrammi preistorici. Un sintetico excursus storico che ci conduce al cuore della tematica sviluppata dall’autore, ovvero la disamina – alla luce delle ricerche recenti e meno recenti di linguisti e slavisti – della vexata quaestio sulla natura del dialetto parlato nella fascia confinaria del Friuli orientale. Un tentativo, argomentato e con solide basi documentarie, di dimostrare l’infondatezza di alcune teorie, in voga ancora oggi, volte a distinguere il “nediško” dallo sloveno, come lingua “paleoslava” a sé stante.
Il linguaggio adottato dall’autore, scorrevole e non privo di humour, è di gradevole lettura nonostante alcuni inevitabili tecnicismi e si rivolge ad un pubblico ampio, non necessariamente specialistico.
Con Scritture, il Centro studi Nedi┼ża prosegue l’edizione critica degli scritti di Paolo Petricig, iniziata con Olga Klevdarjova nel 2014, ponendo particolare attenzione ai testi inediti o mai pubblicati in volume.

EDIZIONI MOSTRE DOC AP